​ugocarmenistudio@gmail.com   |   copyright © Ugo Carmeni 2019   |   Venezia   |   RSS   |   subscribe  |

  • Black Instagram Icon
  • Facebook Basic Black
  • Twitter di base nero
  • Flickr base nera
  • LinkedIn base nera
  • Vimeo base nera

TILES OF TIME

22 September - 8 December 2018

MuPa - MUSEO DEL PAESAGGIO, Torre di Mosto, Venezia

 

Curated by Nicola Bustreo

Catalog by Giorgio Baldo

 

Photographic and installation project for the exhibition "Mirrors, Windows, Mosaic"

Project assistant: Francesca Granata

 

© Author

 

 

|   EXHIBITION PROJECT (ITA)   |   CRITICAL TEXT   |    INVITATION    |    CATALOG    |

 

 

 

 

 

"Si tratta di un'installazione composta da 16 cassette radiografiche (trovate in ex ospedali abbandonati), di varie dimensioni. Un'installazione che ricerca la trascendenza dei luoghi rappresentati. Una struttura che dall'alto della sua aspirazione viene osservata nel suo network di cassette radiografiche. Poi progressivamente, l'ordine della presentazione, la tranquillità della sua sistemazione ci invoglia ad entrare in essa. Si scoprono le immagini, con la loro cornice antica che semichiusi diventano semi aperti e svelano il documento fotografico. La fotografia è apparentemente quella tradizionale ma l'immagine si infrange tra il suo negativo e il suo positivo. L'osservatore viene catturato in un limbo del documento e del suo rispettivo non-documento. L'avvicinamento al soggetto, la scoperta indirizzata dalla trama dell'autore si trasforma in asetticità emotiva, che non trova via di scampo se non nella ricerca ancora più assidua delle variazioni bicromatiche. I neri che diventano bianchi e i bianchi che si materializzano in pesanti neri diventano le trame della società contemporanea. Le briglie di un codice a barre sequenziale, mai cadenzato, variabile e anarchico.

L'installazione carmenica è una lotta per la trascendenza tra le pieghe del passato contemporaneo. Siamo tutti racchiusi, imprigionati dal passato, che raffiora e l'opera si trasforma in una prova se siamo in grado di capire questo passaggio, non proprio del nostro mondo occidentale. La natura altamente concettuale di questa installazione è l'ultima opportunità in questa mostra per notificare definitivamente il processo di smaltimento della fotografia come struttura bidimensionale e trovare nella meta-funzione del linguaggio l'effettiva liberazione da vecchi stilemi."

 

Nicola Bustreo

 

 

 

Installation view at the studio © Francesca Granata

 

 

Installation view at the studio © Francesca Granata

 

 

Installation view at MuPa

 

 

Installation view at MuPa

 

 

Installation view at MuPa

 

 

Installation view at MuPa

 

 

Installation view at MuPa

 

 

Installation view at MuPa

 

 

Installation view at MuPa

 

 

Installation view at MuPa

 

 

Please reload

Search by Tags